0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

PEAVEY

La Peavey Electronics Corporation è una compagnia americana, con sede a Meridian, che opera nella produzione di apparecchiature audio.

​​​​​​​Hartley Peavey cominciò a riparare chitarre nel 1957 nel seminterrato di casa sua a Meridian con gli attrezzi ereditati dal nonno. Qui costruì il suo primo pick-up e il suo primo amplificatore. Nel maggio del 1965, Peavey fondò la Peavey Electronics.[2]

Come la maggior parte dei costruttori di amplificatori di quel tempo, Peavey costruiva amplificatori valvolari. Successivamente, con l'assistenza di alcuni ingegneri della Orrtronic[3], Peavey progettò il primo amplificatore a stato solido che diventerà la base dei primi due prodotti della Peavey: il Musician amp per chitarristi e il DynaBass per bassisti.

I primi amplificatori Peavey erano da 35 watt ed avevano due altoparlanti da 12 pollici per la versione per chitarra e un solo altoparlante da 15 pollici per bassi. I circuiti di amplificazione inizialmente utilizzavano transistor al germanio ma, dato che questi tendevano a scaldarsi e a distorcere il suono, Peavey li sostituì con quelli in silicio.[4]

 

La Peavey Electronics aveva un unico lavoratore, il fondatore Peavey, che quindi doveva costruire da solo l'intero amplificatore, testarlo e poi venderlo. Venne poi assunto il primo impiegato: un falegname che ebbe il compito di costruire le cabine degli amplificatori mentre Peavey si dedicava alle parti elettroniche. In seguito ad un incontro con i rappresentanti della Kustom Amplification, uno di essi rimase stupito dai suoni prodotti dagli amplificatori Peavey e decise di farsi assumere come responsabile alle vendite insieme al fratello.

A causa dell'alta competitività nel mercato degli amplificatori, la Peavey Electronics si concentrò sulle altre esigenze dei musicisti e notò la scarsa presenza di impianti di diffusione sonora portatili di qualità. Creò quindi il Peavey PA Reverbation Amplifier costituito da una testata e due altoparlanti a colonna.[5]

Dopo aver ottenuto un prestito di 17500 $, la Peavey fondò la sua prima fabbrica autonoma, Plant 1, il 25 gennaio 1968.[6]

Notando il successo ottenuto con la produzione degli impianti di diffusione, la Peavey Electronics focalizzò le sue attenzioni in questa direzione: ciò portò alla necessità di uno spazio più ampio. Nel 1972 venne così acquistato un nuovo terreno vicino al primo che verrà poi utilizzato come falegnameria ed in seguito allargato per la fabbricazione di chitarre.[7]

 

Intuendo che il futuro del suo successo sarebbe dipeso dall'espansione, la Peavey Electronics firmò nel 1972 il suo primo contratto al di fuori del Nord America con un distributore norvegese. Con l'apertura al mercato estero, la Peavey creò un reparto esportazioni dove dedicarsi ai necessari cambiamenti nei prodotti dovuti ai diversi tipi di alimentazione energetica o alle leggi che regolano il mercato. Ben presto fu necessario l'acquisto di un nuovo edificio e la costruzione del Plant 3.[8]

 

La Peavey cominciò ad inserire all'interno dei documenti di vendita suggerimenti tecnici e articoli che potessero aiutare i clienti a conoscere i loro prodotti. A tal scopo, dal 1975 in un'aula del Plant 1 viene tenuto un corso di formazione atto ad educare i venditori in modo che possano presentare al meglio i prodotti Peavey ai clienti.[9]

Nel 1975 la Peavey Electronics cominciò a produrre chitarre per contrastare l'attacco della Fender e della Gibson, che avevano cominciato a spronare i venditori a promuovere i loro amplificatori se avessero voluto continuare a ricevere forniture di chitarre del loro marchio. Per poter fornire prodotti di qualità ma ad un basso costo di manodopera, la Peavey Electronics fu la prima azienda a fabbricare i manici delle chitarre utilizzando torni guidati da computer.[10]

 

Un quarto edificio, il Plant 4, fu acquistato a Morton (Mississippi) alla fine degli anni Settanta.[11] Negli anni Ottanta la Peavey cominciò a operare anche nel settore degli accessori, lanciando sul mercato corde per chitarre e gadget.[12] Per permettere una corretta stagionatura del legno, nell'aprile del 1982 viene aperto un nuovo fabbricato, Plant 5, seguito poco dopo da un altro, Plant 6 Peavey.[13]

Per permettere un prezzo competitivo in Europa, nel 1984 la Peavey fissò un accordo con i distributori del Regno Unito e dell'Irlanda, creando così una rete di distribuzione diretta. L'anno successivo lo stesso viene fatto con Austria e Germania, inserendo i distributori dei due paesi all'interno delle società europee della Peavey. In questi anni la Peavey Electronics Corporation esportava in oltre 100 paesi diventando una delle principali società internazionali di musica.[14]

Nel maggio del 1986 venne aperta la prima fabbrica al di fuori degli Stati Uniti, Plant 18, con sede a Corby.[15] Il mercato italiano venne raggiunto nel 2003 con la formazione di Peavey Italia, una joint venturecon il distributore italiano Syncro Srl.[16]

USATO! AMPLI PER CHITARRA PEAVEY 212 RENOWN 400

USATO! AMPLI PER CHITARRA PEAVEY 212 RENOWN 400

€ 280,00

The Peavey Renown 400 guitar amp is a solid state amplifier released in the late '80s. Solid state technology was still relatively new during the '80s, and Peavey was one of the first amplifier manufacturers to make production model solid state guitar amplifiers. The Peavey Renown 400 is known for its durability and extreme loudness. ​​​​​​​Power Amp Section The Peavey Renown amplifier is power rated at 210 watts into a 4 ohm load. The power amp clips at 130 watts into 8 ohms and 210 watts into 4 ohms. The owner's manual states that splitting the load to 2 ohms is not recommended. The Peavey Renown 400 had less than .5 percent total harmonic distortion. The Renown has greater than 95 decibels below rated power hum and noise. The domestic (U.S.) power consumption is 600 watts, 50/60 hertz, 120 VAC. Preamp Section The high-gain input of the Peavey Renown 400 has a high Z, 200 K ohms impedance. The high-gain input's nominal level input is -26 dBV, 40 MV RMS, the minimum input level is -46 dBV, 5 MV RMS and the maximum input level is 4 dBV, 1.5 MV RMS. The low-gain input of the Peavey Renown 400 (-6 dB pad) has a high Z, 44 K ohms impedance. The low-gain input's nominal level input is -22 dBV, 80 MV RMS, the minimum input level is -40 dBV, 10 MV RMS and the maximum input level is 10 dBV, 3 MV RMS. Front Panel The front panel of the Peavey Renown 400 has a high-gain and a low-gain input at the left end of the panel. To the right of the inputs is the lead-gain section which includes a pregain knob (with a pull feature for a brighter sound), a saturation knob and a post gain knob. To the right of the lead gain knobs is the lead channel equalization section which includes the low, mid (with a mid-shift option that allows you to choose which frequencies the mid-knob controls), high and presence knobs. To the right of this section is the normal gain section with pre-gain (again with a pull feature) and the post gain knobs. To the right of the normal gain is the normal equalization section which includes the low knob, the pyramid knob (an active control that shapes the mid frequencies), the shift knob (which designates the frequencies that the pyramid knob controls) and the high knob. The last knob is the m Rear Panel The rear panel of the Peavey Renown 400 amplifier includes the power cord at the far left of the panel and a series of jacks on the right side of the panel. The jacks are a pair of paralleled speaker jacks, a power amp in jack, a pre amp out jack and a foot switch jack. aster volume knob. On the far right of the amplifier is the ground switch and the power switch.  

Aggiungi al carrello

280,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello